Metti 3 prodotti nel carrello: ne paghi due, l'altro te lo regaliamo noi. Usa il codice 3FOR2

Toelettatura

Pelo del cane, come prendersene cura

Tutti i cani hanno un manto più o meno folto che li protegge dagli agenti esterni. Nelle varie stagioni perdono il pelo in eccesso e, durante la vita, la peluria si può modificare a causa di malattie o vecchiaia. Un pelo dal bell’aspetto è sinonimo di un cane in salute. Vediamo come prendersene cura nel modo giusto.

1. Spazzolare il cane durante la muta

Un manto in ordine e curato non è solo un fattore estetico, ma è una buona abitudine che dovrebbe accompagnare cane e padrone. Spazzolare il pelo del cane ogni 1 o 2 giorni evita che questo si accumuli in giro per casa, soprattutto nel periodi dell’anno in cui fa la muta.

Solitamente, infatti, in primavera e in autunno il cane perde pelo in grande quantità, ovvero compie la muta. Questo succede perché deve preparare il manto per il caldo o per il freddo in arrivo. Cani come il barboncino, il border terrier e lo yorkshire non fanno la muta perché non hanno il sottopelo da cambiare.

2. Controllare la presenza di parassiti

Il momento della spazzolatura del cane è un’ottima occasione per verificare la presenza di eventuali parassiti come pulci e zecche. Avendo dimensioni veramente microscopiche, il più delle volte è difficile accorgersi della loro presenza. Ecco perché è importante svolgere questa operazione almeno una volta a settimana.

Le infezioni e le malattie derivanti dai morsi di pulci e zecche possono essere tanto fastidiose quanto pericolose per il nostro amico a quattro zampe. È bene proteggerlo tutto l’anno utilizzando un antiparassitario per cani di buona qualità e adatto al peso dell’animale.

3. Lavare il cane (non troppo spesso)

Così come funziona per la nostra pelle, anche il pelo del cane funge da barriera protettiva per il corpo, e come tale va trattata con delicatezza. Il bagno al cane andrebbe fatto una volta ogni 20-30 giorni e non prima. Lavarlo troppo spesso potrebbe indebolire la sua cute.

Quando è il momento della toelettatura, però, è bene usare un buon shampoo per cani, soprattutto se dall'azione antiparassitaria. In questo modo sarà pulito e protetto dalle aggressioni dei parassiti che si nascondono nell’erba alta.

4. Scegliere il cibo giusto

La salute del cane e del suo pelo dipende anche dall'alimentazione. Quando il nostro amico fido presenta episodi di prurito e dermatite, uno degli aspetti da indagare è l'allergia alimentare. Ecco quindi che prestare attenzione alla dieta è fondamentale per evitare al cane spiacevoli inconvenienti.

Specifiche carenze nutrizionali possono danneggiare il pelo facendolo cadere o provocando arrossamenti cutanei. È importante che il cane assuma abbastanza proteine e acidi grassi, soprattutto per la produzione di sebo, che funge da protezione tra la cute e il pelo.

Un cane in salute è un cane felice, ecco perché bisogna accudirlo nel miglior modo possibile. Ogni problema può ripercuotersi sul benessere del nostro amico a quattro zampe e sul suo pelo. Grazie ai prodotti Animigo è semplice e naturale prendersi cura del proprio cane ogni giorno.

Altri Articoli Interessanti