• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Protezione dei Dati del Cliente

    I tuoi dati sono al sicuro con noi

Immagine principale per Ansia e Comportamento

Ansia e Comportamento

Filtri

Ansia nel gatto

Anche i nostri amici felini possono essere sottoposti a un forte stress in determinate situazioni e sentirsi tesi e nervosi. Generalmente, un gatto diventa ansioso per diversi motivi, come quando viaggia in auto o rimane da solo ma anche nei confronti di semplici oggetti di uso quotidiano. Il felino avverte un pericolo anche quando effettivamente non c’è, e il comportamento del gatto può apparire diverso dal solito e sembrare strano. Se si notano improvvisi cambiamenti comportamentali in specifiche situazioni o in prossimità di certi oggetti, allora il nostro amico a quattro zampe potrebbe soffrire di ansia.

Cosa causa l’ansia nel gatto?

Ogni gatto è diverso dall’altro ma ci sono alcuni comportamenti comuni da tenere a bada per capire se sono stressati o in preda all’ansia. Sebbene le cause siano varie, generalmente possiamo distinguere tre categorie:

Paura

Una delle principali cause d’ansia nel gatto è la paura. Generalmente, il nostro amico felino tende ad impaurirsi al contatto con persone o animali che non conosce, quando sente rumori molto forti e fastidiosi come il temporale o l’aspirapolvere, quando si trova in un ambiente nuovo o lo si porta in luoghi che non ama particolarmente come dal veterinario. Addirittura, molti gatti hanno paura di cose insolite come palloncini, cetrioli, banane o oggetti che non riconoscono e che normalmente non incontrerebbero.

Separazione

L'ansia da separazione nei gatti è sicuramente la più facile da notare. Quando avverte e teme la nostra assenza il comportamento del gatto può diventare insolito, piangendo o seguendoci per tutto il giorno. In casi più gravi, accade quando si lascia una stanza o addirittura si mettono le scarpe per uscire.

Età

L'ansia nei gatti più anziani è solitamente dovuta alla loro funzione cognitiva in declino. Simile ai primi stadi dell'Alzheimer, si possono notare cambiamenti significativi nella memoria, nell’apprendimento e nella percezione. Questo disagio sottopone il nostro amico felino a uno stress notevole perché non riesce a ricordare dove si trova o cosa sta facendo.

Sintomi di ansia nel gatto

Ecco un elenco utile dei sintomi comuni di ansia da rintracciare nel comportamento del gatto:

  • Nascondersi
  • Comportamento aggressivo
  • Comportamento distruttivo
  • Miagolio eccessivo
  • Tremore
  • Toelettatura eccessiva
  • Macchie glabre
  • Morsi e graffi
  • Inutilizzo della lettiera
  • Urinare e defecare in giro per casa
  • Cambiamento delle abitudini alimentari
  • Movimenti incessanti
  • Inseguire il padrone ovunque
  • Letargia

Trattamenti per curare l’ansia nel gatto

I gatti ansiosi sono difficili da gestire, specie quelli aggressivi che possono far del male a loro stessi o agli altri. Per aiutarli occorre anzitutto identificare la causa scatenante del malessere, in modo da poter escludere qualunque altro problema. Se si ha dei dubbi, è consigliabile consultare il veterinario che potrà facilmente individuare la fonte del disturbo.

Una volta confermato che è l’ansia a stressare il nostro amico a quattro zampe, si può agire di conseguenza prendendo in mano la situazione. Per cominciare, è bene cercare di rimuovere o allontanare gli oggetti che fanno paura ed evitare le aree con persone e animali sconosciuti creando un ambiente familiare e confortevole. Tuttavia, la maggior parte delle volte la causa scatenante la paura non può essere controllata o evitata come è il caso dei temporali, la separazione, l’appuntamento dal veterinario e il viaggio in auto.

Possiamo tranquillizzare il nostro gatto distraendolo dalle situazioni di stress emotivo lasciando la radio accesa, dandogli dei dolcetti mentre si esce di casa e accarezzarlo lungo tutto il tragitto in auto. Questi sono aiuti temporanei mentre un intervento che influisca positivamente sul suo comportamento a lungo termine sono altri e qui sotto elencati:

Addestramento per il comportamento del gatto

Capire il comportamento del proprio amico felino è il primo passo da compiere per identificare i suoi disturbi e necessità. Generalmente un gatto domestico in preda all’ansia soffre di incontinenza, distrugge oggetti e graffia le poltrone. Se è tendenzialmente aggressivo bisogna intervenire il prima possibile perchè l’aggressività non peggiori. L’addestramento comportamentale, anche se richiede del tempo, è molto utile per insegnare a non aver paura di persone o cose che causano stress.

Farmaci per l’ansia dei gatti

Se il disturbo è serio al punto da non sapere come agire, è bene consultare il veterinario circa l’utilizzo di un calmante per gatti. Tuttavia, i farmaci per l’ansia felina sono spesso associati ad effetti collaterali indesiderati, per questo motivo, bisogna acquistare solo prodotti prescritti e il cui utilizzo sia sicuro.

Rimedi naturali

Fortunatamente, esistono un gran numero di integratori per gatti in forma di compresse, polvere e liquidi che alleviano l’ansia felina. In generale, contengono estratti naturali attivi come la Camomilla e la Passiflora, nonché vitamine e minerali utili a contrastare lo stress e favorendo uno stato di tranquillità emotiva. Per rendere più facile l’assunzione, si possono trovare integratori sotto forma di bocconcini, morbidi e gustosi da mangiare oppure in gocce calmanti per gatti. Ci sono anche altri prodotti naturali che potrebbero essere d’aiuto come uno spray anti-masticazione che contrasta la cattiva abitudine felina a graffiare e mordere mobili.

Prevenire l’ansia felina

Il modo migliore per prevenire l'ansia del gatto è affrontarla immediatamente. Occorre insegnare ai nostri amici a quattro zampe il giusto modo di comportarsi in vista di determinate situazioni stressanti. Inoltre, è importante stabilire un forte legame di fiducia in modo che il proprio gatto si senta al sicuro e protetto da ogni pericolo.

Armiamoci di pazienza e cerchiamo di capire cosa teme il nostro micio e come possiamo aiutarlo: se attraverso un addestramento del comportamento del gatto o tramite l’assunzione di integratori per gatti ad effetto calmante oppure semplicemente rimuovendo la fonte che gli crea ansia. Un modo efficace per aiutare il nostro compagno di giochi lo si trova sempre!