• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Protezione dei Dati del Cliente

    I tuoi dati sono al sicuro con noi

Ansia da separazioni nei Cani

Quando sei via da casa il tuo cane distrugge tutte le scarpe, mordicchia i mobili e fa i bisogni dove non dovrebbe? Respira profondamente, sfortunatamente potrebbe dipendere da un problema molto serio e comune tra i nostri amici a quattro zampe: ansia da separazione. Possiamo accorgerci che il nostro cane è agitato da diversi campanelli d’allarme come l’abbaiare eccessivo, l’iperattività, il fare i bisogni in giro per la casa. In alcuni casi potrebbero persino rischiare di farsi del male tentando di scappare dalle loro malefatte. Per questo motivo è importante capire se i sintomi dello stress del tuo cane insorgono nel momento in cui tu stai uscendo di casa oppure quando è da solo. In questo modo sarai in grado di capire se, ad esempio, i problemi di incontinenza dipendono dall’ansia da separazione o da distruzione juvenile.

Che cos’è l’ansia da separazione nei cani?

Si verifica quando il tuo cane è ansioso e manifesta dei comportamenti distruttivi associati alla separazione dai suoi padroni. Può essere riconosciuta come tale anche se dura solo qualche minuto. Molti padroni spesso scambiano i sintomi di ansia da separazione con l’essere disobbedienti e dispettosi. Tra i segni distintivi di questo disturbo possono essere inclusi anche salivazione, dilatazione delle pupille, un ansimo pesante, tremore e andare avanti e indietro. Tra i sintomi comportamentali possono essere annoverati anche l’inappetenza, la coprofagia, il distruggere le cose per casa, cercare di scappare dalla cuccia o salutare il proprio padrone in modo molto vivace, come se non lo vedessero da anni.

Le cause dell’ansia da separazione nei cani

L’ansia da separazione nei cani può essere causata da diverse ragioni, anche se la maggior parte delle volte è associata in modo inconsapevole al padrone. Qui trovi alcune spiegazioni delle cause che potrebbero aver sviluppato disagio nel tuo cane:

1. Cambio di padrone

I cani tendono ad affezionarsi molto ai loro padroni. Infatti, i nostri amici a quattro zampe non ci vedono solo come semplici padroni, bensì come loro eguali, parte del loro branco. Per questo motivo dopo aver creato un profondo legame con il loro padrone, quando quest’ultimo si allontana momentaneamente, il cane è soggetto a crisi d’ansia che a volte causano dei veri e propri crolli emotivi.

2. L'indifferenza

Oggigiorno, a causa dei ritmi frenetici i padroni sono sempre più propensi a stare tutto il giorno fuori casa. Questo comporta una minor cura dei loro amici a quattro zampe che si sentono via via sempre meno in sintonia con i loro padroni.

Sfortunatamente, accade sempre più spesso che dopo aver adottato un amico a quattro zampe le nostre vite cambiano non lasciando più loro uno spazio adeguato. In questi casi molte volte il padrone non adatta la propria routine in base al bisogno del cane ma finisce per abbandonarlo a sé stesso.

3. Cambio di Routine

Un cambio repentino nella loro routine giornaliera potrebbe portare allo sviluppo di numerosi sintomi legati all’ansia, perché si ritrovano improvvisamente a dover imparare nuovamente cosa fare in determinate ore del giorno. Ad esempio se il padrone trova un nuovo lavoro che lo porta a stare fuori casa in orari che non sono comprensibili al suo amico a quattro zampe, quest’ultimo potrebbe essere confuso sul motivo della sua assenza.

4. Rimproveri e punizioni

I comportamenti ansiosi dei cani non sono legati alla loro attitudine alla disobbedienza e ai dispetti. In realtà lo sono solo di riflesso! Infatti, il tuo cane mostra comportamenti ansiosi quando viene lasciato da solo ad accumulare stress nel tentativo di superare la situazione. Se lo punisci, può agitarsi ancora di più fino a causargli un vero e proprio attacco di panico.

Come aiutare il tuo cane a superare l’ansia da separazione

Se ti rendi conto che il tuo cane soffre di ansia da separazione dovresti cercare di capire la ragione che si cela dietro questo disturbo per risolverla radicalmente. Cercare dei rimedi rapidi non aiuta il cane in modo concreto. Se il tuo amico pelosetto è un trovatello ed è appena stato adottato, potrebbe avere paura di essere abbandonato di nuovo e quindi tendere ad attaccarsi morbosamente al suo padrone per cercare conforto. Apportare alcune modifiche alla sua routine potrebbe essere d’aiuto ma la maggior parte delle volte questo disagio si risolve efficacemente con una riabilitazione specifica per ansia da separazione per cani.

Quando si cura l’ansia da separazione nei cani, l’obiettivo principale è riuscire a comprendere la psicologia canina per trasformare le loro emozioni e insegnargli a non essere spaventati dalla solitudine ma a viverla positivamente senza paura di essere abbandonati. Una delle soluzioni potrebbe essere insegnargli a stare da soli in tranquillità grazie ad un ambiente studiato apposta per non fargli temere di essere abbandonato.

Ansia da separazione cane, esercizi

1. Insegnargli a stare da solo quando è in casa

Abitualo a stare in una stanza da solo quando tu ti trovi in un’altra parte della casa. Se il tuo cane soffre di un’acuta ansia da separazione inizia questo tipo di addestramento poco per volta, con intervalli da 5/10 secondi ripetendo l’esercizio per 20/30 minuti spalmati in più settimane.

2. Assicurati che si sia stancato prima che tu esca

Prima di uscire, assicurati che il tuo cane abbia fatto almeno 30 minuti di esercizio fisico (camminare, correre o nuotare). In questo modo il tuo amico a quattro zampe è già stanco e questo potrebbe aiutarlo a rilassarsi di più una volta da solo.

3. Minimizzare gli arrivederci e i bentornati

I cani sono animali intelligenti per cui se ci si mostra troppo emotivi quando si sta uscendo di casa lo percepiscono e si allarmano pensando che ci sia qualcosa che non va. Per questo motivo ogni volta che esci di casa o quando torni da lavoro, salutalo normalmente come se niente fosse successo, questo lo rassicurerà che è tutto nella norma.

4. Gabbia da addestramento

Potrebbe essere utile per quei cani che vedono nella gabbia la loro comfort zone quando vengono lasciati soli. Per altri potrebbe essere causa di stress e ansia. Per capire se la gabbia può essere un buon metodo per combattere l’ansia da separazione nel tuo cane, osservalo approcciarsi a quest’ultima durante l’addestramento. Se il cane mostra evidenti segni di stress (respiro pesante, salivazione eccessiva, tentativi di fuga agitati o persistenti latrati) allora meglio evitare questa soluzione. Al posto della gabbia potresti utilizzare una stanza apposita per il suo addestramento dotata di cancelletto per bambini.

5. Lasciagli oggetti di conforto e della musica in sottofondo

Un altro rimedio per l’ansia da separazione del tuo cane è lasciargli qualcosa di tuo, qualcosa che ha il tuo odore come un maglione vecchio. Lo aiuterà a rilassarsi e a pensare che tornerai a casa. Allontana tutti i fattori di potenziale stress dalla sua vista come collari e catene in modo da non creargli emozioni negative. Potresti anche accendere la radio e diffondere musica di suoni naturali per aiutarlo a non sentirsi solo. Spesso le canzoni rilassanti fungono da veri e propri tranquillanti per cani agitati.

6. Prodotti calmanti per cani

Se cerchi soluzioni efficaci per l’ansia da separazione dei cani, allora un prodotto rilassante è senz'altro una buona opzione. Esistono integratori che contengono ingredienti come Camomilla e Lavanda che aiutano a calmare il tuo cane e a farlo stare tranquillo quando sei via. Questi rimedi per cani ansiosi sono disponibili in forma di integratori naturali in capsule o in deliziosi bocconcini aromatizzati semplici da assumere.