• Qualità Garantita

    100% Soddisfatti o Rimborsati

  • Spedizione Gratuita per ogni

    ordine superiore a 75€

  • Miglior prezzo garantito

    Se trovi un prezzo migliore ti rimborsiamo la differenza

Come pulire le orecchie dei gatti

Per mantenere in salute e in uno stato di completo benessere il nostro gatto, occorre eseguire una regolare toelettatura che ci consenta di scoprire tempestivamente se ci sono eventuali disturbi cutanei e non solo. L’igiene riguarda anche la pulizia delle orecchie che erroneamente si tende a trascurare perché poco considerata. Infatti, se le orecchie del nostro gatto non sono ben pulite si può andare incontro ad una serie di infezioni che sarebbe meglio prevenire. Questo articolo offre una serie di consigli sulle norme igieniche da adottare per mantenere le orecchie del nostro amico felino in salute.

Perchè mantenere pulite le orecchie del gatto?

Anche il nostro gatto può presentare all’interno del suo orecchio accumuli di cerume, sporcizia e scorie varie che possono bloccare il condotto uditivo portando ad una serie di inconvenienti, tra cui diminuzione dell’udito. Per natura, i gatti sono animali che tengono molto alla loro igiene; tuttavia, a volte, possono insorgere disturbi che da soli non possono affrontare come vesciche o infezioni causate da germi e batteri. Per prevenire e contrastare tali disturbi, è necessario che la pulizia delle orecchie rientri perfettamente nella regolare operazione di toelettatura.

Conoscere le orecchie del proprio gatto

Prima di addentrarci a fondo nell’argomento, è bene esporre qualche nozione anatomica sulla struttura dell’orecchio felino. Anzitutto, c’è l’orecchio esterno, formato dalla pinna e dal condotto uditivo. La prima, è la parte esterna visibile dell’orecchio ed è coperta da peli mentre il secondo è il “tunnel” sensibile dell’orecchio stesso. Successivamente, invece, distinguiamo il timpano e l'orecchio interno, dove vengono elaborati i suoni ma non solo. Infatti, questa importante parte permette ai nostri mici di mantenere l’equilibrio e di saltare in modo indenne da grandi altezze. Pertanto, quando si puliscono le orecchie dei gatti è necessario operare con cura e attenzione per non danneggiare nulla della loro struttura e per rimuovere qualsiasi accumulo di cerume e sporco.

Controllare le orecchie dei gatti

Il primo passo per pulire le orecchie del gatto è eseguire un veloce ma accurato controllo. Questa operazione ci consente di verificare eventuali disturbi a cui rimediare. Si inizia osservando l’orecchio esterno controllando se è presente sporcizia, tagli, gonfiore o chiazze prive di pelo. Solitamente, si possono riscontrare graffi che si rimargineranno naturalmente ma il gonfiore potrebbe invece rimandare ad un disturbo più serio che richiede il consulto del veterinario. In caso di parassiti e in particolare di acari, è importante rimuoverli il prima possibile attraverso specifici prodotti antiparassitari. L’interno dell’orecchio richiede invece attenzione maggiore. Infatti, occorre osservare quanto cerume vi è accumulato, se si riscontrano eventuali cambiamenti strutturali dell’orecchio e se emana un cattivo odore. Quest’ultimo, in particolare, è sintomo di una infezione batterica in corso e in quanto tale richiede una cura e attenzione specifica.

Come pulire le orecchie dei gatti

Se non si riscontrano disturbi tali da richiedere l’intervento del veterinario ma solo un paio di orecchie sporche, si può iniziare con la pulizia! Anzitutto, è bene tenere a portata di mano tutti gli strumenti e i prodotti utili come cotone idrofilo e anche dolcetti, in modo da tenere tranquillo il nostro amico a quattro zampe durante l’operazione. Inoltre, per facilitare la pulizia, occorre utilizzare un auricolare naturale specifico per gli animali domestici. Detto ciò, seguiamo passo passo la procedura di pulizia:

  • Assicurarsi che il gatto si senta calmo e rilassato e se percepisce come invadente tale operazione, si consiglia l’aiuto di un’altra persona.
  • Per la parte esterna dell’orecchio, usare acqua tiepida e un batuffolo di cotone per pulirlo delicatamente a partire dal pelo.
  • Per l'interno, applicare alcune gocce del prodotto specifico per l’igiene dell’orecchio direttamente nell’orecchio stesso. Massaggiare delicatamente la base per rimuovere cerume e sporco.
  • Rimuovere lo sporco con del cotone e fare in modo che il nostro amico felino scuota la testa per eliminare eventuali residui.
  • Aiutandosi con un fazzoletto, strofinare delicatamente l'esterno e l'interno dell’orecchio per rimuovere eventuali residui di cerume e sporco
  • Non dimenticare di terminare la pulizia premiando il piccolo felino con coccole e dolcetti!

Perchè utilizzare un detergente per la pulizia delle orecchie di gatti?

I detergenti per le orecchie dei gatti sono molto utili per rimuovere in tutta sicurezza gli accumuli di cerume e sporcizia. Erroneamente, si tende a credere che il solo utilizzo dell’acqua è ideale per la pulizia. Niente di più sbagliato! L’acqua, infatti, provoca nell’orecchio la condizione ideale per lo sviluppo del lievito che, a sua volta, provoca l’insorgere di gravi infezioni. I prodotti per l’igiene delle orecchie, invece, sono formulati appositamente per eliminare sporco e cerume asciugandosi rapidamente e lasciando l’orecchio pulito e sano. Qual’ è il detergente adatto da scegliere? Anzitutto, bisogna fare alcune considerazioni.

La cosa più importante da valutare quando si sceglie un detergente per le orecchie dei gatti è assicurarsi di controllare con attenzione la lista completa degli ingredienti. Molto spesso, infatti, i detergenti contengono sostanze chimiche che non fanno altro che danneggiare e irritare ulteriormente le orecchie del nostro piccolo micio. Al contrario, un detergente naturale per le orecchie dei gatti è realizzato con estratti botanici attivi che non irritano né sono tossici. Tra gli ingredienti naturali ideali per preservare la salute delle orecchie ricordiamo il Tea Tree Oil e l’Amamelide dalle note proprietà antibatteriche e antifungine, l’Echinacea che protegge e rinforza il sistema immunitario e l’Aloe dalle proprietà lenitive. Naturalmente, i detergenti da utilizzare devono essere specifici per animali domestici e non destinati agli umani! Infatti in commercio sono reperibili molti detergenti sotto forma di gocce ma sono destinati all’uso dell’uomo, non si possono certo applicare anche ai nostri animali domestici.

Come pulire le orecchie dei gattini?

Le orecchie dei gattini sono più piccole ma possono sporcarsi allo stesso modo delle orecchie di un gatto adulto! Tuttavia, la pulizia richiede più tempo e attenzione perchè le orecchie dei cuccioli hanno una struttura più delicata e fragile. In questo caso, occorre utilizzare un detergente delicato e tranquillizzare il micino il più possibile per non renderlo troppo agitato. Un vantaggio della pulizia delle orecchie nei gattini è che li si può facilmente abituare a questa procedura di toelettatura e da adulti saranno più propensi e docili al momento dell’operazione.

Quanto spesso si puliscono le orecchie dei gatti?

Le orecchie del gatto vanno controllate regolarmente per verificare eventuali disturbi o infezioni in corso. Si consiglia un controllo settimanale ed è sufficiente dare una rapida occhiata sia alla parte esterna che interna dell’orecchio. Per quanto riguarda invece la pulizia, essa dipende molto dalle esigenze e dalle abitudini del nostro compagno di giochi. Generalmente, i gatti sono in grado di pulirsi in maniera autonoma, tuttavia, ci sono casi in cui è necessario il nostro intervento per una pulizia più profonda e accurata. Se si nota qualcosa di diverso nella struttura anatomica dell’orecchio o se si nota una infezione batterica in corso, il consiglio è quello di rivolgersi immediatamente al veterinario che sarà in grado di fornire una diagnosi precisa e prescrivere la terapia da seguire. Di solito, il medico raccomanda una pulizia quotidiana per contrastare e sconfiggere l’infezione.

Suggerimenti per la pulizia dell’orecchio del gatto

Per pulire le orecchie del gatto occorre molta pratica che si può ottenere solo col tempo. Ecco un elenco di suggerimenti molto utili se si è alle prime armi o se si è ancora insicuri sul proprio metodo di pulizia:

Utilizzare una coperta

Se il gatto mostra ostilità e si divincola e contorce di continuo per non essere toccato, si consiglia di avvolgerlo delicatamente in una coperta. In questo modo si sentirà protetto e al sicuro e si muoverà con più difficoltà. Naturalmente, non si deve stringere troppo!

Chiedere aiuto

Se non si vuole utilizzare una coperta, può essere utile avere una seconda persona al proprio fianco per tenere fermo il nostro piccolo felino in modo da pulire le orecchie più facilmente e senza causare danni.

Mai utilizzare un cotton fioc

Quando si pulisce l'interno delle orecchie è sconsigliato utilizzare un cotton fioc in quanto potrebbe spingere il cerume e lo sporco in profondità, danneggiando il canale uditivo.

Dolcetti!

Durante la pulizia, è consigliabile avere sempre a portata di mano dei gustosi dolcetti da fargli mangiare per incoraggiarlo a stare fermo. Inoltre, in questo modo, il nostro micio potrà essere più docile nelle successive pulizie se saprà di ricevere un gustoso biscottino in premio!

Avere pazienza

La pazienza è sicuramente la migliore arma. I gatti, naturalmente, non capiscono che la pulizia la si fa esclusivamente per il loro bene, per cui si consiglia di mantenere la calma se cerca di fuggire e non stare fermo. Sussurrare parole dolci mentre lo si accarezza e premiarlo con i suoi biscottini preferiti è il modo più semplice per infondergli sicurezza e mantenerlo quieto.