• Qualità Garantita

    100% Soddisfatti o Rimborsati

  • Spedizione Gratuita per ogni

    ordine superiore a 75€

  • Miglior prezzo garantito

    Se trovi un prezzo migliore ti rimborsiamo la differenza

10 disturbi della pelle comuni nei gatti

La pelle dei gatti è sottoposta continuamente a diversi stress, dunque non è raro che possa essere colpita da qualche tipo di disturbo cutaneo. Questi possono essere il primo segnale di malattie anche più gravi, dunque è bene conoscere adeguatamente i sintomi delle malattie della pelle dei gatti più diffuse.

Quali sono i disturbi cutanei dei gatti?

A volte, capita di notare nei gatti delle aree prive di pelo affette da rossori o parassiti, senza però conoscerne la causa. In questa pagina descriveremo come riconoscere e trattare i 10 disturbi cutanei più comuni, in modo da poter curare al meglio il proprio felino e garantirgli una vita sana e felice.

1. Allergie

Le allergie della pelle felina sono un problema molto comune e di solito sono raggruppate in 3 diversi tipi: cibo, ambiente e contatto. Ognuna di queste può provocare una reazione sulla pelle del gatto, anche se si tratta del consumo di determinati alimenti. Inoltre, le allergie possono portare il nostro felino a grattarsi costantemente causando sanguinamenti e irritazioni. Per prevenire questa situazione, è bene riconoscere l'allergene e tenerlo il più lontano possibile dall’animale domestico.

2. Eczema

Conosciuto anche come dermatite felina, l'eczema del gatto è un problema della pelle molto comune in cui si sviluppano chiazze di pelle secca e crosticine rosse. La dermatite felina viene causata principalmente da batteri, parassiti, funghi o da una reazione allergica. Se si manifesta in più punti, questo disturbo porta il gatto a grattarsi di continuo provocando diversi rossori e sanguinamenti, dunque è bene cercare di contrastare il problema il più presto possibile.

3. Secchezza cutanea

Questo disagio è uno dei più comuni tra i felini e spesso indica un malfunzionamento dell’organismo. Dunque, se il proprio gatto dovesse presentare una cute secca e squamosa è bene controllare costantemente il suo comportamento. La secchezza della pelle può anche causare irritazioni e pruriti che portano l’animale domestico a graffiarsi, provocando anche delle infezioni. Per contrastare questo disturbo è possibile integrare vitamine, sali minerali e acidi grassi essenziali, ad esempio quelli di pesce, nella loro dieta attraverso l’alimentazione o la somministrazione di integratori alimentari adeguati.

4. Dermatite

La dermatite del gatto, nota anche come dermatite atopica, è un disturbo della pelle del gatto dovuta ad una reazione eccessiva da parte del sistema immunitario contro un agente esterno, simile ad una allergia. I sintomi della dermatite del gatto comprendono rossori, pruriti e infiammazioni. Essa può manifestarsi su qualsiasi area del corpo, in particolare sulle zampe, l'inguine, il viso e le orecchie. Poiché la dermatite da gatto è solitamente causata da un'allergia, non è possibile curarla ma si può prevenire rafforzando il sistema immunitario per aiutarlo a combattere meglio l’allergene. Inoltre, è possibile applicare delle creme idratanti adeguate a base di ingredienti naturali che non irritano ulteriormente la cute.

5. Pulci e zecche

Parassiti fastidiosi come pulci e zecche sono purtroppo molto comuni nei felini. Essendo parassiti, questi esseri vivono attaccati ad un ospite, nutrendosi del suo sangue. E’ possibile notare la presenza di pulci e zecche tramite dei continui pruriti che portano il gatto a graffiare e mordere la zona colpita. Se il proprio animale domestico è allergico a questi parassiti, i sintomi si aggravano provocando irritazioni e eczemi.

6. Rogna

Questo disturbo è causato da un altro tipo di parassita, ovvero gli acari, e può essere suddivisa in due tipi: sarcoptica e demodettica. La rogna sarcoptica è altamente contagiosa e può causare sintomi quali infiammazioni, piaghe, croste cutanee e chiazze glabre irritate. La rogna demodettica è meno contagiosa e meno irritante. Il modo migliore per sbarazzarsi di questi fastidiosi parassiti è usare un trattamento per gli acari dei gatti. Una accurata pulizia delle orecchie feline, inoltre, permette di prevenire la rogna all’orecchio.

7. Tigna

La tigna nei gatti è causata da un fungo che provoca lesioni circolari simili ad anelli, oltre che a irritazioni e aree glabre della pelle. I felini possono trasmettere la tigna anche con il semplice contatto fisico. Sul mercato esistono numerosi shampoo e trattamenti antimicotici che aiutano a contrastare efficacemente questo problema.

8. Infezioni da lievito

Come suggerisce il nome, questa particolare infezione della pelle del gatto è causata da un'anomala crescita di lieviti, di solito attorno alle zampe o vicino alle orecchie del gatto. I sintomi di un'infezione da lievito comprendono irritazioni, rossori, odore sgradevole e pelle grassa. Per prevenire questo tipo di disturbo è necessario mantenere il proprio felino pulito e curato, soprattutto nella zona delle orecchie dove, tramite degli appositi accessori, è possibile rimuovere i detriti e gli accumuli. Inoltre, esistono anche dei trattamenti adeguati per contrastare le infezioni da lievito.

9. Seborrea

La seborrea è probabilmente il disturbo cutaneo meno noto nei gatti. Essa causa forfora e pelle grassa nei felini e, sfortunatamente, si trasmette geneticamente dunque potrebbe tecnicamente durare tutta la vita. Altre cause di questo disturbo sono problemi ormonali o allergie. Prevenire la seborrea è molto complicato ma alcune buone abitudini come la pulizia del proprio gatto tramite degli shampoo adeguati, possono ridurre la presenza di forfora e di grasso della pelle.

10. Dermatite umida

La dermatite umida nei gatti si manifesta tramite delle chiazze di piaghe rosse infiammate. Solitamente compaiono sul petto, sui fianchi o sulla testa dei felini. Le cause di questo disagio sono attribuite a infezioni, morsi di pulci o un eccessivo sfregamento dell’area. Graffiare o mordere la zona colpita dalla dermatite umida può aggravarne i sintomi, dunque è bene curare le aree interessate applicando degli spray naturali adeguati e mantenendo l’animale domestico sempre pulito.

Come prendersi cura della pelle del gatto?

Se il proprio gatto soffre di uno di questi disturbi cutanei, è possibile ricorrere all’utilizzo di prodotti adeguati per contrastare il problema. Inoltre, alcune buone abitudini come la costante pulizia del micio possono prevenire efficacemente le dermatiti. Ad esempio, una soluzione di acqua e aceto di mele disinfetta la pelle e la somministrazione di alcuni integratori naturali per gatti ricchi di vitamine, sali minerali e acidi grassi essenziali mantengono la cute sana, in particolare le capsule a base di Olio di Fegato di Merluzzo, Salmone e Olio di Krill. Comprendere le esigenze del proprio gatto è il primo passo da compiere per garantirgli una vita felice.